Conferenze

Proseguono anche quest’anno gli appuntamenti dedicati alle residenze fortificate e alla storia locale. Incontri con esperti internazionali, archivi di immagini inedite, visite a siti archeologici aperti per la prima volta al pubblico faranno da splendido corollario al Codice Brandis e alla storia del Seicento nell’antica contea.

Sala conferenze di Tangram, via Portici 204, ingresso libero.

Al soldo dell’imperatore

Martedì 19 marzo, ore 20:30

La storia inedita dei Lanzichenecchi, impiegati per la prima volta durante la battaglia di Calliano e successivamente quale forza militare di grande successo al soldo dell’Imperatore. Si ricordano il saccheggio di Roma del 1527, le formazioni a quadrati, le loro originali uniformi, ma poco si conosce della storia dei comandanti, dei soldati spagnoli e italiani inseriti nei ranghi, delle devastazioni e delle epidemie portate nelle terre di conquista.

Quando un castello prende vita da un antico disegno

Martedì 26 marzo, ore 20:30

Presentate in gran parte per la prima volta al pubblico, le immagini di castelli e di residenze fortificate ci mostrano un paesaggio del Tirolo del tutto sconosciuto. Con l’aiuto della ricercatrice potremo entrare nell’atmosfera degli ultimi quattro secoli grazie alla presentazione di inediti disegni, schizzi e fotografie di alcune tra le più note fortificazioni della Val d’Adige, della Val Venosta e del Burgraviato. Molte immagini mostreremo anche squarci di vita quotidiana e particolari architettonici oggi del tutto scomparsi.

Cavalieri e armature nelle battaglie del Seicento

Martedì 2 aprile, ore 20:30

Non solo nei quadri di famiglia, ma anche al comando di un esercito, il nobile cavaliere nel seicento mostrava con orgoglio il proprio ruolo. L’armatura ricca di decori, le sciarpe a tracolla e i simboli del potere costituivano assieme all’abbigliamento una testimonianza della magnificenza del casato di appartenenza. Partiremo da famosi quadri del ‘500 e ‘600 e da alcuni ritratti per capire il valore simbolico degli elementi fino ad arrivare ai gioielli indossati e alle armature. Sarà un inedito viaggio in un’epoca dove compaiono per la prima volta la cravatta e il “Tocco”, l’odierno cappello di laurea./p>

ll Codice Brandis e i castelli del Trentino

Martedì 9 aprile, ore 20:30

Quando l’anonimo paesaggista prese a disegnare i castelli del Trentino si trovò di fronte ad un panorama unico nel suo genere: costruzioni arroccate su speroni di roccia, grandi dimore signorili circondate da possenti mura, fortificazioni dotate di cannoni. Allora era la regione più meridionale del Sacro Romano Impero per cui un castello non costituiva solo un emblema del potere regnante, ma era anche parte integrante di un complicato sistema di difesa e supporto logistico per le truppe in cerca di nuove conquiste. Entreremo in alcuni di questi castelli per conoscerne la struttura, l’arte, il ruolo giocato nella storia da imperatori e dai vescovi-conti.

Servizio a cura di Tiziana Boari