Dalla famosa locuzione latina si trae lo spunto per riflettere sui comportamenti umani che ci affliggono e che talvolta ci inducono ad accettare facili soluzioni.
E’ il caso delle reazioni al dolore fisico, dell’acquisto incontrollato di prodotti reclamizzati in TV oppure di chi è alla ricerca di una pillola per dimagrire.
Di questo e di altro si parlerà durante i cordiali incontri con il dott. Uberto Cimatti. Sarà la sua grande esperienza di farmacista a fornire alcune utili indicazioni su come affrontare le sfide di un’epoca dove l’uomo appare nudo, con i suoi problemi, talvolta schiavo di messaggi pubblicitari e spesso disorientato sulle scelte da fare.

L’uso della Cannabis a scopo terapeutico

Mercoledì 7 marzo, ore 15:30

Con una proposta di legge ancora in discussione, sono molte le persone che si rivolgono al medico specialista per avere informazioni sull’uso di medicinali di origine vegetale a base di cannabis per la terapia del dolore, sulle dosi consigliate e sulle modalità di assunzione. Non vi è dubbio che il dolore fisico sia uno dei fattori più importanti legati alla medicina moderna. Le persone che si trovano all’improvviso ad aver bisogno di terapie specifiche sono in aumento come lo è il numero di coloro che vanno incontro ad un allungamento delle aspettative di vita, impensabili sino a qualche decennio fa. Oggi si tratta di rimanere informati sui nuovi rimedi della medicina naturale e di cercare di affrontare le situazioni difficili senza cadere nei pregiudizi o nella paura di non farcela.

Se lo star bene dipende dalla pubblicità siamo messi male

Mercoledì 14 marzo, ore 15:30

La pubblicità delle case farmaceutiche condiziona le scelte del malato e può influire sugli acquisti dei medicinali. Molte volte però non sappiamo che stiamo spendendo di più rispetto ad altri prodotti messi sul mercato a prezzi vantaggiosi e altrettanto efficaci e utili. L’incontro sarà l’occasione per riflettere sugli acquisti condizionati dalla pubblicità, sull’uso dei farmaci generici nella cura delle malattie più diffuse e sul ruolo del farmacista chiamato a dare utili consigli.

Quando alla salute non serve la pastiglia

Mercoledì 21 marzo, ore 15:30
Secondo l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIF) nel 2016 in Alto Adige c’è stato un incremento di spesa nell’acquisto di medicinali pari allo 0,8% rispetto
all’anno precedente. Sono in aumento anche da noi i casi di sovrappeso, di depressione e di altre patologie legate per lo più ad uno stile di vita corretto. Molte volte, infatti, si preferiscono le pastiglie alle camminate o ai medicinali naturali per il semplice motivo che la soluzione appare più semplice, immediata e comoda di un piccolo sacrificio fisico giornaliero. Una riflessione con il dottore ci porta a conoscere le alternative e fornisce importanti indicazioni per evitare l’insorgenza dei cosiddetti effetti collaterali dovuti all’assunzione prolungata di farmaci.